Crea sito

Samsung, sensore di impronte integrato nel display

1 minuto/i di lettura

Un nuovo brevetto depositato da Samsung ricondurrebbe ad un sensore di impronte situato direttamente sotto il display.
Stando a quanto approvato nelle ultime ore, Samsung avrebbe depositato, lo scorso aprile, un brevetto in cui viene descritto il funzionamento di un sensore di impronte situato sotto il display. Ciò che è stato progettato, non è un semplice sensore ma un particolare dispositivo avente un numero di circa 12 punti di pressione differenti. In questo modo, almeno da quanto si evince dal brevetto, il riconoscimento dell’impronta può avvenire sull’intera superficie del display.

Il sensore sarebbe capace di mostrare determinati contenuti a seconda del fatto che l’impronta sia del proprietario oppure no.
Come ritratto dalle immagini, inoltre, il comparto software associato al riconoscimento dell’impronta sarebbe capace di mostrare scenari differenti a seconda dell’utilizzatore dello smartphone. Non si tratterebbe di una funzionalità addetta soltanto allo sblocco del telefono quindi, ma sarebbe in grado anche, nel momento in cui si fa tap sull’icona della galleria, di nascondere gli scatti più riservati nel caso in cui l’impronta non dovesse corrispondere a quella del proprietario.

Oltre a questo, vengono ipotizzati anche ulteriori scenari, come: l’accesso alle carte di credito virtuali, la lettura dei messaggi di testo e del registro chiamate oltre all’apertura di un’app che preveda l’autenticazione dell’utente. In tutti questi casi, la verifica dell’impronta dell’utente avverrebbe durante il tap sull’icona dell’app seleziona, introducendo un nuovo modo di interagire con il sensore di impronte che si mimetizza completamente sotto il display.

Detto ciò, anche se alcuni rumors indicano che questa tecnologia possa essere già integrata sui prossimi top di gamma Samsung, non crediamo che essa possa essere già pronta per essere applicata sui prossimi Galaxy S9 e S9 plus.

Pin It on Pinterest