Crea sito

Trovato il più grande buco nero supermassiccio mai osservato

1 minuto/i di lettura

Gli astronomi hanno individuato il più grande buco nero mai visto nel nostro Universo. Un colosso grande quasi un miliardo di volte il nostro Sole che risulta essere attivo (quindi noto come quasar) e circondato da un disco vorticoso altamente energetico. La sua scoperta potrebbe aiutare gli scienziati a saperne di più dell’Universo primordiale.

L’oggetto, che è dettagliatamente studiato nell’articolo pubblicato su Nature e su Astrophysical Journal Letters, ci offrirebbe una grande immagine del passato, ossia di quando l’universo era ancora giovanissimo, dato che la sua luce, ha impiegato circa 13,1 miliardi di anni per raggiungerci

Leggi anche: Ritrovati denti di 9 milioni di anni pronti a riscrivere la storia

Gli scienziati, non sono del tutto sicuri di quando le prime stelle si sono formate dopo il Big Bang, ma studiare i gas di questo quasar può dirci qualcosa su come l’Universo si stava evolvendo in quel momento. I quasar, formano i centri di massicce galassie e si pensa che siano alcuni degli oggetti più luminosi dell’Universo. I buchi neri al loro interno, non emettono alcuna luce ma il gas e la polvere circostanti si agitano così velocemente da creare così tanto attrito da emettere una tonnellata di luce e calore, visibile solo all’infrarosso.

Data la mole di oggetti luminosi nell’Universo, la ricerca di questi oggetti diventa lunga e noiosa. Fino a questo punto infatti, il quasar più lontano che fosse mai stato trovato fu osservato a 13 miliardi di anni luce di distanza.

Pin It on Pinterest