Crea sito

Gli alieni sarebbero sepolti sotto il ghiaccio

1 minuto/i di lettura

Alan Stern, responsabile per la Nasa della missione New Horizons, nonché l’uomo che ci ha fatto riscoprire Plutone, afferma che se gli alieni non si siano ancora fatti vedere, è perché vivono sotto spessi strati di ghiaccio.

In un recente meeting dell’American Astronomy Society Division for Planetary Sciences, infatti, Stern ha ipotizzato che la maggior parte delle forme di vita extraterrestre che potremmo analizzare, si trova al di sotto della superficie di pianeti e satelliti. Vale a dire all’interno di oceani profondi, racchiusi da una crosta ghiacciata.

Tale ipotesi, dunque, che Stern propone come parziale soluzione del Paradosso di Fermi (del quale alleghiamo un simpaticissimo video atto a descriverlo) non si basa su evidenze concrete, ma è la prima a mettere in relazione l’abbondanza di mondi ghiacciati nel Sistema Solare alla mancanza di segnali ricevuti dagli extraterrestri.

Proprio questi mondi che fumano geyser dalle crepe nel ghiaccio (come la luna di Giove, Europa, o quella di Saturno, Encelado) sembrerebbero, allora, i candidati ideali per ospitare vita aliena.

Pin It on Pinterest